In mostra SSD SanDisk, anche per netbook
pubblicato il

Esposti al Computex 2009 presso lo stand SanDisk alcune soluzioni SSD, anche per netbook

SanDisk, presente al Computex di Taipei in corso in questi giorni, mostra al pubblico alcune nuove soluzioni Solid State Drive, destinate sia al mondo desktop/notebook che a quello netbook, per il quale lazienda aveva già manifestato interesse presentando una prima generazione di soluzioni Solid State alternative a quelle equipaggiate di serie in questi piccoli portatili.
Destinati al mondo desktop e notebook le nuove proposte della famiglia G3, rappresentate da dischi con form factor sia da 2,5 pollici che da 1,8 pollici, accomunate dalla disponibilità in tagli da 64GB, 128GB e 256GB. Interrogati direttamente su quale controller integrassero, ci è stato comunicato che SanDisk ha prodotto da sé questa importante componente, motivo per cui non ci è possibile dire di più riguardo allattendibilità dei dati dichiarati che, sebbene leggermente inferiori rispetto alla migliore concorrenza, risultano molto interessanti.
I dischi della famiglia G3 SSD infatti, a prescindere da taglio e form factor, vengono accreditati di 200MB al secondo per quanto riguarda la lettura e 140MB al secondo parlando di scrittura. Bizzarra lintenzione da parte di SanDisk di introdurre un indicatore di velocità tutto suo svincolato dai MB al secondo: si parla infatti per questi dischi di 40.000 vRPM, ovvero giri al minuto virtuali che dovrebbe fa intuire prestazioni 4 volte superiori a quelle delle unità da 10.000 giri tradizionali.
Non sfuggono alla classificazione vRPM anche i nuovi moduli per netbook pSSD-P2 e pSSD-S2, ovvero la seconda generazione di pocket Solid State Drive annunciata qualche mese fa. Stando a SanDisk servirebbe un disco tradizionale da 9000 giri al minuto per raggiungere le prestazioni di queste nuove soluzioni; per comodità riportiamo i dati dischiarati in MB al secondo, ovvero 70MB la secondo sia in lettura che in scrittura. Disponibili sia con interfaccia Parallel ATA che SerialATA, i dischi utilizzano la tecnologia nCache per portare le prestazioni in scrittura a questi livelli. Ricordiamo che, visto il target di utilizzo e i modelli che dovrebbero sostituire, queste soluzioni risultano decisamente interessanti.
Non è infatti un segreto che i moduli NAND Flash utilizzati per lo storage nei comuni netbook siano oggettivamente lenti, tanto da non far apparire tanto campata in aria la dichiarazione di SanDisk che indica in 5 volte superiori le prestazioni di pSSD-P2 e S2 rispetto alle soluzioni di primo equipaggiamento.

Preventivo recupero dati gratuito
Preventivo on-line
Chiama 800 031 677
Questa pagina ti è stata utile?   No

Numero verde: 800 031 677 - Copyright ® 2002 - 2019 Data Rescue Italia - P.IVA 07588970967
® Tutti i marchi che appaiono in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari. Informativa sulla privacy