Corsair, nuovi SSD Extreme Series
pubblicato il

Corsair annuncia nuovi drive a stato solido pensati per prestazioni estreme, grazie alladozione del controller Indilinx Barefoot

Corsair ha annunciato la disponibilitÓ di tre nuove soluzioni Solid State Drive della linea Extreme Series: si tratta dei modelli X32, X64 e X128 dalle rispettive capienze di 32GB, 64GB e 128GB come il nome pu˛ facilmente suggerire.
La particolaritÓ di queste soluzioni di storage Ŕ ladozione del controller Indilinx Barefoot, che garantisce prestazioni velocistiche di alto livello. I drive sono realizzati inoltre impiegando memorie NAND di tipo Multi Level Cell prodotte da Samsung.
I dischi SSD della serie Extreme sono accreditati di una velocitÓ di lettura di 240MB al secondo e velocitÓ di scrittura fino a 170MB al secondo. Jim Carlton, VP of Marketing per Corsair, ha dichiarato: "Labbinamento tra il controller Indilinx Barefoot, la memoria flash di Samsung e la presenza di 64MB di cache onboard permettono di ottenere prestazioni eccellenti, eliminando il collo di bottiglia dei tradizionali hard disk meccanici. I nuovi SSD Extreme Series sono ideali per limpiego come drive principali in sistemi desktop e notebook ed in configurazioni RAID 0 per chi vuole ottenere prestazioni estreme".
Le soluzioni Extreme Series dispongono di firmware aggiornabile dallutente, in modo tale che i dischi possano supportare nuove funzionalitÓ che verranno aggiunte in futuro, come ad esempio i comandi TRIM che saranno introdotti nei sistemi operativi di prossima generazione al fine di contenere il decadimento prestazionale cui tutte le unitÓ SSD vanno incontro nel corso della loro vita. Gli aggiornamenti firmware saranno disponibili sul sito web ufficiale di Corsair.

Preventivo recupero dati gratuito
Preventivo on-line
Chiama 800 031 677
Questa pagina ti è stata utile?   No

Numero verde: 800 031 677 - Copyright ® 2002 - 2019 Data Rescue Italia - P.IVA 07588970967
® Tutti i marchi che appaiono in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari. Informativa sulla privacy