recupero file
News
Recupero dati ST500DM002
Non accedo al disco eppur funziona...

» Leggi...

I migliori centri data rescue in Italia per il Recupero Dati da hard disk rotto
Parte seconda - il rapporto con i files, la privacy, calcolare il costo di un recupero dati sui servizi e come scegliere un centro data rescue...

» Leggi...

I migliori centri data rescue in Italia per il Recupero Dati da hard disk rotto
Prima parte - il rapporto con l'utente, il laboratorio e su quali prodotti si recuperano i files...

» Leggi...

recupero file
 
» news del  23-07-2009 | ultimissime ...
recuperare file

Intel presenta i nuovi SSD sviluppati a 34nm

La società americana presenta ufficialmente le nuove unità SSD sviluppate a 34 nanometri, in grado di abbattere drasticamente i costi di produzione

Dopo le numerose indiscrezioni che si sono rincorse negli ultimi tempi, Intel ufficializza la prossima commercializzazione di unità SSD sviluppate a 34nm. La strategia della società americana sarà quella di andare lentamente a sostituire uno ad uno i modelli attualmente presenti nella gamma prodotti, introducendo le nuove versioni a 34 nanometri.
I primi modelli che saranno commercializzati con il rinnovato processo produttivo sono quelli appartenenti alla fascia mainstream del mercato, caratterizzati dalla sigla identificativa X25-M, con layout da 2,5": per riuscire a trarre maggiori benefici dal nuovo metodo poroduttivo (che passa da 50nm a 34nm), Intel ha deciso infatti di puntare sul mercato che fa registrare i più alti volumi di produzione. I modelli saranno due, rispettivamente caratterizzati da una capienza di 80 e 160GB.
Il nuovo processo produttivo è quindi in grado di garantire una sensibile diminuzione dei prezziz, in alcuni casi fino al 60%, e, con il passare del tempo, in corrispondenza dellottimizzazione del processo e la crescita dei volumi questo subirà ulteriori diminuzioni.
Intel non ha però lavorato solo sul fronte di riduzione costi: le nuove unità, rispetto ai predecessori, sono in grado di garantire una latenza in fase di lettura di soli 65 microsecondi, inferiore di circa 20 microsecondi rispetto al precedente modello. I nuovi modelli saranno inoltre in grado di supportare la funzionalità TRIM grazie ad un aggiornamento firmware che verrà rilasciato in corrispondenza delluscita di Windows 7: attraverso tale tecnologia un sistema operativo è in grado di comunicare allunità SSD quali siano i blocchi non utilizzati, garantendo un flusso dati costante. Al momento non è certo se anche la serie sviluppata a 50nm sarà in grado di supportare tale funzionalità.
A seguire la serie X25-M sarà la famiglia X18-M, caratterizzata da un form factor da 1,8": le prime unità non saranno spedite prima del mese di Settembre. I primi modelli sviluppati a 34 nanometri di X25-M sono invece attesi per le prossime settimane.
recuperare file

recupero dati cancellati
Questa pagina ti è stata utile?
Si   No 

Copyright ® 2002- 2017 Data Rescue Italia - P.IVA 07588970967. Tutti i diritti riservati - Risoluzione Sito
® Tutti i marchi che appaiono in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.
recupero file cancellati